Colmare lo skill gap per sostenere lo sviluppo: scuola gratuita per le PMI italiane

L’Italia soffre di un significativo disallineamento nelle competenze lavorative: secondo uno studio condotto dall’Ocse (A roadmap toward a common framework for measuring the digital) , oltre un terzo della forza lavoro non possiede quelle giuste, mentre un 17% sente di avere bisogno di un aggiornamento nella preparazione legata alle tecnologie Ict. Senza contare che, come rivela un’indagine di Unioncamere-Anpal, un milione di aziende ha deciso di dotarsi di infrastrutture e tecnologie innovative – con un’attenzione concentrata su cloud, mobile e big data – per affrontare la crisi innescata dalla pandemia e recuperare competitività sui mercati. Per questa accelerazione verso il digitale ci sarà bisogno di poter contare su skill idonei.

È in questo contesto che Ibm presenta SkillsBuild Reignite, una piattaforma di apprendimento digitale gratuita per fornire nuove risorse formative alle piccole e medie imprese italiane. Dal 1° settembre la piattaforma metterà a disposizione 180 webinar sui temi del digitale e oltre 200 corsi di aggiornamento professionale, pari a un migliaio di ore di apprendimento pro capite. SkillsBuild Reignite di Ibm – affiancata da partner di primaria importanza come Intesa Sanpaolo, Jones Day, Fondazione Human Age Institute, Geosmartcampus, Burning Glass Technologies, Experis e Cisco – sarà un punto di riferimento non solo per le pmi, ma per tutti coloro che sono alla ricerca di un nuovo lavoro e vogliono superare il proprio skill gap.

Disponibili in italiano e in inglese, senza alcun costo, i contenuti saranno divisi tra webinar e corsi di reskilling. I primi, tenuti da esperti, si focalizzano su quattro percorsi – finanza, risorse umane, adempimenti legali e digitale – mentre i secondi guardano ai temi della trasformazione digitale, dalla cybersecurity alla data science, del design thinking e della strategia di business inclusi aspetti come la gestione del rischio e gli strumenti finanziari.

Per esempio, un imprenditore che ha bisogno di rilanciare la propria attività, potrà raccogliere i suggerimenti e le esperienze di Ibm e delle aziende specializzate nel settore dei servizi legali e finanziari e non profit, per affinare ricerche di mercato e strategia aziendale o per imparare a sfruttare le opportunità offerte per lo sviluppo d’impresa, conoscere le problematiche legali legate all’imprenditoria o migliorare il marketing digitale. ”La formula per dare nuovo impulso alla ripresa economica in Italia è semplice ma richiede grande determinazione per essere concretizzata: tecnologia e capitale umano adeguatamente formato sono i pilastri della trasformazione innovativa che serve al Paese”, spiega Enrico Cereda, presidente e a.d. di Ibm Italia. “Ma se cloud, intelligenza artificiale e blockchain forniscono leve poderose alla produttività delle aziende, i profili professionali non all’altezza delle sfide che abbiamo di fronte rischiano di essere un freno allo sviluppo. Le piccole e medie imprese, ossatura del sistema Paese, hanno bisogno di skill continuamente aggiornate, specie in questo delicato momento storico “.