Prorogato il bando Voucher Digitali I4.0 al 28 giugno

digital_transformation_vaucher-1000x480-868x417

Un nuovo voucher per digitalizzare le PMI: c’è ancora tempo fino al 28 giugno per inviare la domanda e ottenere 3mila euro di incentivi. Ritorna anche quest’anno la possibilità di ottenere incentivi per la digitalizzazione delle PMI. L’obiettivo del bando 2017-2018 è ancora quello di favorire l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali, da parte delle micro, piccole e medie imprese.

Entriamo nel dettaglio del bando, ricordando che le domande possono essere presentate per un massimo di 3.000 euro a impresa. I contributi, infatti, coprono una percentuale dei costi ammissibili, variabile dal 50% al 75% a seconda della dimensione dell’impresa e del tipo di spesa, sia di consulenza o formazione. C’è  anche un limite minimo da destinare all’iniziativa per accedere ai fondi: l’importo minimo dell’investimento è di 1.000 euro a impresa che spenderà tale valore in opere legate a servizi di consulenza e formazione in tecnologie 4.0.

Il bando prevede due tipologie di intervento: in forma aggregata e in forma individuale. La prima prevede la realizzazione di progetti condivisi da più imprese partecipanti, che vanno da un minimo di 10 a un massimo 20 MPMI, aggregati da un unico “soggetto proponente”, tra quelli indicati dal bando.  Tale soggetto definisce gli obiettivi del progetto, ne coordina le attività di sviluppo e può agire come “fornitore principale del servizio di formazione o consulenza”.

La misura dedicata alla candidatura individuale, invece, prevede la realizzazione di progetti individuali di sviluppo delle tecnologie digitali presso uno o più fornitori tra quelli indicati nel bando. In ogni caso, la presentazione della domanda di partecipazione per uno o l’altra delle modalità di candidatura dovrà avvenire da parte di ogni singola impresa interessata ai progetti.

Ricordiamo che gli ambiti tecnologici di intervento presenti nel bando vanno dalla realtà aumentata e virtual reality alla cybersicurezza, passando per l’Industrial internet e IoT, il cloud, la business continuity, i Big data e analytics. La domanda dovrà essere realizzata esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello online “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere, nella sezione “Servizi e-gov”. Potrete leggere tutti i dettagli qui. C’è tempo fino alle ore 21:00 del 28 giugno 2018.

Post Correlati